Chiaramonti, il portale delle vostre idee

Il libero spazio per le vostre opinioni

AJO in Anglona passizzende in Tzaramonte su degheotto de maiu

Scritto da carlo moretti

Condividi su Facebook
Commenti disabilitati

Tour in Olanda dal 1 al 6 maggio in Amsterdam del Coro de Tzaramonte.

Scritto da carlo moretti

Fra pochi giorni il Coro de Tzaramonte preparerà i propri bagagli per ripartire. Stavolta la trasferta si svolgerà nei Paesi Bassi (Olanda), ospiti di alcuni amici del Badhoevedorp nei pressi di Amsterdam. E’ molto bello e cordiale, il rapporto amichevole che si è instaurato con loro che oltretutto, hanno scelto di acquistare e ristrutturare alcune case del centro storico di Chiaramonti dove appena possono, vengono a passare gran parte delle loro vacanze e manifestare tutto il loro amore per la nostra amata isola mediterranea.

Con grande piacere noi li ringraziamo per l’opportunità che offrono al nostro gruppo corale e di come si sono e si stanno adoperando per organizzare l’evento, in particolare Thomas Kwakernaat, che in questo ultimo periodo ci è stato molto vicino per l’organizzazione dell’evento e Willemijn Advokaat van Scheppingen insieme alle sue care amiche ed amici.

Ringraziamo anche tutti gli sponsor che hanno aderito all’iniziativa e che permettono il nostro soggiorno in Olanda ( http://www.corodetzaramonte.nl/sponsors/ ).

Per dovere di cronaca, vi indichiamo i principali appuntamenti durante il nostro tour:

Anche se distanti vi aspettiamo numerosi.

Saludos dae su Coro ‘e Tzaramonte.

coro-de-tzaramonte
coro-articolo-olanda

Condividi su Facebook

Chiaramonti 30 marzo 2014 ore 10:00 – Presso i giardini pubblici

Scritto da carlo moretti

LA SOLIDARIETÀ SCENDE IN PIAZZA

13a Giornata Nazionale UNITALSI, 29 e 30 marzo
Da oltre 110 anni prendiamo per mano chi ha bisogno

 

Sabato 29 e domenica 30 marzo, l’U.N.I.T.A.L.S.I. (Unione Nazionale Italiana Trasporti Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) celebra la 13ma edizione della sua Giornata Nazionale, proponendo – in oltre 3.000 piazze italiane – una “piantina d’ulivo”, simbolo di pace e fratellanza. Il ricavato delle offerte sarà utilizzato dall’Unitalsi per sostenere i numerosi progetti di solidarietà in cui l’associazione è impegnata quotidianamente sull’intero territorio nazionale, al servizio delle fasce più disagiate della popolazione, grazie al costante e generoso impegno dei propri soci.

Pellegrinaggi tematici, progetti di solidarietà in Italia e all’Estero, assistenza domiciliare agli anziani, case famiglia per le persone disabili, case accoglienza per i genitori dei bambini ricoverati nei grandi centri ospedalieri, soggiorno estivo in Sardegna.
Aderendo alla giornata Nazionale sarà possibile sostenere tutte quelle iniziative benefiche a favore dei bambini, dei sofferenti e degli anziani e di chi è solo.
Per tutte le info i nostri uffici sono a Sassari – Tempio Pausania – Alghero – Nuoro, i nostri numeri sono 079.291032 oppure  3386566613 il sito internet www.unitalsi.it oppure contattare il numero verde 800.062.026.

Clicca per ingrandire l’immagine

Condividi su Facebook

Mauro Maxia: premiato dalla Giunta del Volontariato della Provincia di Sassari

Scritto da carlo moretti

La premiazione di MaxiaLa cerimonia si è svolta nella sala Angioi che era praticamente gremita. Alla serata, che è stata allietata da alcuni intermezzi musicali, ha partecipato anche il dott. Angelo Mura, in rappresentanza dell’Amministrazione Provinciale di cui è vice presidente.

La presentazione delle attività di Mauro Maxia in campo culturale e delle loro positive ricadute sul territorio è stata fatta dal vice presidente della Consulta, dott. Angelo Ammirati, che è direttore uscente dell’Archivio di Stato di Sassari. Poi è intervenuto anche il prof. Massimo Pittau che ha illustrato il contenuto delle sue opere e la metodologia che ha impiegato nelle sue ricerche sul campo. Infine il premiato ha mostrato al pubblico alcune immagini attraverso le quali ha spiegato che anche lui è un volontario, in questo caso della cultura, come tutti componenti delle associazioni di volontariato che costituiscono la Consulta.

L’assegnazione del “Premio Nuraghe per la Cultura 2013″ da parte della Consulta Provinciale di Sassari delle Associazioni di Volontariato è stata data con la seguente motivazione: “per il costante contributo dato con numerose pubblicazioni e attività alla diffusione della conoscenza del territorio, del suo patrimonio linguistico e dei suoi beni culturali “.

Aggiungiamo anche che Mauro Maxia ha vinto l’abilitazione nazionale di Filologia e Linguistica italiana da una commissione di esperti composta anche da un professore straniero. Non resterebbe che chiamarlo all’Università e conferirgli una cattedra di professore associato quale egli è stato riconosciuto.

Le dinamiche del potere universitario però non sono quelle del riconoscimento dell’eccellenza nella ricerca, ma di altri elementi dall’ermeneutica difficile e oscura.

Noi che apprezziamo da tempo e continuiamo ad apprezzare Mauro Maxia ci auguriamo che questo riconoscimento gli venga dato con la chiamata ad un’ apposita cattedra di Filologia e di Linguistica senza togliere niente a nessuno. L’Università di Sassari che ben lo conosce non dovrebbe esitare a compiere quanto dovuto o forse gli Anglonesi una volta tanto dovrebbero marciare su Sassari per il dovuto riconoscimento di un figlio illustre?

Condividi su Facebook

Chiaramonti, Carnevale 2014 – Programma

Scritto da carlo moretti

Condividi su Facebook

Mauro Maxia, noto studioso anglonese, ha vinto il concorso nazionale di professore associato di filologia e di linguistica italiana

Scritto da angelino tedde

Mauro MaxiaMassimo Pittau e Angelino Tedde sono lieti di comunicare ai numerosi amici ed estimatori di Mauro Maxia, sardi continentali e stranieri e al mondo accademico che egli ha superato brillantemente il concorso nazionale per professore universitario associato. Riportiamo il lusinghiero giudizio collegiale che la commissione nazionale (integrata da un commissario dell’OCSE) ha formulato su di lui:

“Il candidato Maxia Mauro è funzionario presso una pubblica istituzione. Ha svolto attività di docente a contratto presso le Università di Cagliari e di Sassari tra il 2002 e il 2012; fa parte del Comitato scientifico del progetto dell’Atlante Toponomastico Sardo e del Consiglio scientifico del Comité d’Etudes Scientifiques Informatiques Toponymiques de Corse.

 Ha partecipato con interventi a convegni nazionali e internazionali. Secondo gli indicatori quantitativi del Cineca[1] il candidato supera le tre mediane e ha un’età accademica di anni 19,751.

 Il candidato dichiara complessivamente 60 pubblicazioni, tra le quali otto monografie (anche in collaborazione) e 18 articoli o capitoli di libri. La sua prima pubblicazione è apparsa nell’anno 1993. Le attività di ricerca sono state svolte con buona continuità anche negli ultimi cinque anni e sono state condotte con rigore metodologico e, con riferimento in particolare alla dialettologia dell’area sarda, hanno consentito di raggiungere risultati innovativi.

 Il contributo del candidato risulta complessivamente significativo e documenta la sua maturità scientifica. Gli undici lavori presentati (tra cui cinque monografie, di cui una in collaborazione) sono stati valutati analiticamente (nel ssd L FIL LET 12) alla luce dei criteri e parametri deliberati dalla commissione e risultano coerenti con il settore concorsuale. Si segnalano in particolare un volume sulla fonetica dell’area gallurese (n. 1), un saggio sulla posizione del gallurese e del sassarese (n. 9), un volume di studi linguistici sardo-còrsi (n. 4) e una monografia (n. 7) in cui sono presentati i dati di un’indagine sociolinguistica svolta in tre comuni della Sardegna settentrionale. Altri studi riguardano la toponomastica (n. 3 e n. 8) e l’onomastica (n. 10).

 Inoltre il contributo del candidato alla ricerca del settore si concretizza nella pubblicazione e nello studio linguistico di testi (n. 6, in collaborazione, e nn. 2, 5, 11). Nei lavori in collaborazione è indicata esplicitamente l’attribuzione delle parti ai diversi autori. La qualità della produzione scientifica è positiva, come la collocazione editoriale, per cui la valutazione è positiva.

 Considerati i titoli presentati e la valutazione di merito sulle pubblicazioni, la commissione delibera all’unanimità l’attribuzione al candidato (valutato nel ssd L-FIL-LET/12) dell’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di seconda fascia nel settore concorsuale 10 /F3.”

 L’abilitazione nazionale di Mauro Maxia dimostra che quando le commissioni giudicatrici operano in modo obiettivo e senza sistemi spartitori a vincere i concorsi sono davvero i migliori. Del resto, come semplici lettori dei suoi studi abbiamo avuto nel corso degli anni l’opportunità di apprezzare il valore delle sue numerose ricerche e il rigore delle metodologie seguite, rammaricandoci sempre che gli Atenei di Cagliari e di Sassari, pur apprezzandolo e conferendogli continui insegnamenti a contratto, non avessero bandito dei concorsi per inserirlo nelle strutture accademiche. Ora ci auguriamo che almeno una delle due università prenda atto non solo del titolo conseguito dal nostro studioso, ma che gli dia la soddisfazione di una cattedra universitaria che andrebbe di certo a beneficio sia degli studenti sardi sia della cultura sarda. (A.T.)

[1] Consorzio Interuniversitario per la gestione del centro di Calcolo elettronico.

Condividi su Facebook

Chiaramonti Sabato 21 Dicembre: Cantigos de Coros IX Edizione – Chiesa di San Matteo ore 19:00

Scritto da carlo moretti

CLICCARE SULL’IMMAGINE PER INGRANDIRLA

O COL TASTO DESTRO DEL MOUSE SELEZIONARE VISUALIZZA IMMAGINE.



Condividi su Facebook
Chirca.it - Pagerank BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
SCAMBIO BANNER CHIRCA.IT - SUBITO 1.000 CREDITI IN REGALO